Tipologie e Cause

Le cause che portano al sovraindebitamento si dividono in:

  • Economiche: es. aumento del costo della vita, tagli alla spesa pubblica per beni/servizi ai cittadini,problemi lavorativi (perdita del lavoro, cassa integrazione);
  • Familiari: es. divorzi, decessi, mantenimento dei figli, ecc.
  • Salute: es. gravi malattie, cure necessarie inaspettate, ecc.
  • Patologie psicologiche: es. gioco d’azzardo, tossicodipendenza, alcolismo, tabagismo, ecc.

Sviluppare un buon livello di cultura finanziaria permette ai soggetti di prendere decisioni prudenti e in linea con i propri bisogni. Più i soggetti saranno capaci di risparmiare meno saranno soggetti ai rischi legati al sovraindebitamento.

I consumatori devono condurre un tenore di vita adeguato rispetto alle proprie possibilità economiche. Acquistare beni e/o servizi senza prima riflettere sulla propria situazione finanziaria è rischioso.

Ciascun consumatore prima di fare una spesa molto impegnativa deve porsi queste domande:

  1. Posso permettermi quello che sto acquistando?
  2. Sono certo che avrò il denaro sufficiente per ripagare tutti gli acquisti che ho fatto a rate?

Per evitare di sovraindebitarsi ogni consumatore deve:

Tenere sotto controllo la propria situazione finanziaria effettuando un’attenta pianificazione delle entrate e delle uscite;

Distinguere fra spese necessarie, superflue e/o rinviabili;

Cercare un equilibrio fra reddito e tenore di vita.

Ad esempio, il consumatore che intende chiedere un prestito deve:

Valutare tutte le opzioni di prestito che vengono offerte, confrontandole alla ricerca della offerta più adeguata e conveniente;

Calcolare attentamente l’impegno finanziario che comporta;

Affidarsi a banche o altri intermediari finanziari autorizzati, evitando con cura di incappare nelle mani di usurai.

Quando il consumatore si accorge di non poter riuscire a pagare alle scadenze stabilite le rate di un prestito può:

  1. Intervenire subito chiedendo la rateizzazione dei pagamenti;
  2. Nel caso di rimborsi rateali, la riduzione della rata, da pagare in un più lungo periodo di tempo;
  3. Contattare i creditori e spiegare la situazione per stabilire con loro una modalità di pagamento che sia compatibile con le proprie disponibilità;
  4. Verificare la possibilità di chiedere la sospensione delle rate del mutuo per acquisto prima casa, prevista dal Fondo di Solidarietà istituito con la Legge n. 244/2007.

Gli strumenti appositi emersi nel punto 4 precedente sono:

  1. Il Fondo di prevenzione usura. L’articolo 15 della legge 7 marzo 1996, n. 108, ha istituito il Fondo di prevenzione del fenomeno dell’usura (di seguito, “Fondo di prevenzione”). Le Fondazioni e Associazioni riconosciute per la prevenzione del fenomeno dell’usura utilizzano i fondi messi a disposizione dal Ministero dell’Economia e delle Finanze a sostegno di persone sovraindebitate che potrebbero essere dunque a rischio usura. I soggetti che si trovano in questa situazione possono contattare associazioni o fondazioni antiusura cercando tra quelle presenti nel tuo territorio, consultando l’elenco presente sul sito del MEF, al seguente link: www.dt.tesoro.it/it/attivita_istituzionali/prevenzione_reati_finanziari/anti_usura/fondi_usura.html
  2. La legge n. 3/2012 definita più comunemente “legge salva suicidi” tutela quei soggetti che versano in condizioni di difficoltà dovute al sovraindebitamento. Questa legge è riservata ai soggetti definiti dalla legge come “non fallibili” (consumatori, professionisti, aziende agricole, start up innovative, enti no profit, etc.), che si trovano in situazioni di assoluta difficoltà dovute all’incapacità di estinguere i finanziamenti precedentemente stipulati. La legge offre soluzioni a questi soggetti, permettendo un graduale assorbimento della loro situazione di crisi. Per informazioni: leg16.camera.it/561?appro=553

Questi strumenti permettono al soggetto sovraindebitato di modificare la struttura del finanziamento, rendendolo sostenibile con la propria situazione economica.

Per saperne di più sul funzionamento di questi strumenti:

1) www.dt.tesoro.it/it/attivita_istituzionali/prevenzione_reati_finanziari/anti_usura/fondi_usura.html
2) leg16.camera.it/561?appro=553
3) www.interno.gov.it/sites/default/files/vademecum_racket_e_usura.pdf

Ultimo aggiornamento: dicembre 2019