Servizi bancari per investire

Il mercato finanziario consente il trasferimento del risparmio dai soggetti che lo accumulano (risparmiatori) ai soggetti che richiedono disponibilità di denaro (prestiti o capitale). Questo scambio, in genere, è facilitato da un INTERMEDIARIO.

L’intermediario al quale ci rivolgiamo più frequentemente è la BANCA.

La banca rimette in circolazione il denaro che i risparmiatori le affidano, concedendo prestiti, sotto varie forme, a famiglie e imprese che ne fanno richiesta.

In questo modo la banca svolge una funzione di rilievo economico e sociale e, al tempo stesso, di primaria importanza.

La banca oltre a raccogliere denaro e a impiegarlo a favore di chi lo richiede svolge anche dei servizi di investimento. Quali sono questi servizi?

GESTIONE DEL PORTAFOGLIO

In questo caso affidiamo i nostri risparmi alla banca, che decide autonomamente come investirli.

Prima che l’investimento abbia inizio, è possibile stabilire con la banca, tramite apposito contratto, alcuni vincoli, come ad esempio: quale percentuale dei depositi può essere investita, in che forma (cioè quali prodotti finanziari possono entrare nel nostro portafoglio) e per quanto tempo. La normativa in materia di regolamentazione del settore finanziario prevede che la banca debba effettuare operazioni che siano adeguate al nostro profilo di investitori (cioè in linea con le nostre conoscenze ed esperienze e con la quantità di rischio che desideriamo assumere).

CONSULENZA IN MATERIA DI INVESTIMENTI

Attraverso la consulenza in materia di investimenti la banca ci propone investimenti considerati adeguati al nostro profilo oppure valuta preventivamente l’adeguatezza dell’investimento sul quale noi chiediamo un parere personalizzato.

ESECUZIONE DI ORDINI PER CONTO CLIENTI

La banca esegue investimenti in base alle preferenze da noi indicate.

La banca che svolge puramente un servizio di intermediazione (ossia opera in base alle nostre indicazioni circa i prodotti finanziari in cui investire) è tenuta a effettuare una valutazione di appropriatezza dell’investimento che noi abbiamo scelto (cioè verificare se abbiamo consapevolezza del grado di rischio associato al tipo di investimento). Se il contratto prevede anche un servizio di consulenza in materia di investimenti abbinato al servizio di intermediazione, la banca effettuerà una valutazione di adeguatezza dell’investimento, andando a verificare anche la coerenza delle scelte effettuate con i nostri obiettivi.

RICEZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

Questo caso somiglia molto al precedente, tuttavia la banca non svolge direttamente il servizio, ma affida il nostro investimento a un altro intermediario.

Affidiamo quindi alla banca la scelta dell’intermediario che esegue materialmente gli investimenti stabiliti da noi precedentemente.

Anche in tal caso, la banca è tenuta a effettuare una valutazione di appropriatezza dell’investimento che abbiamo scelto, oppure una valutazione di adeguatezza se tale attività viene svolta in regime di consulenza in materia di investimenti.

NEGOZIAZIONE PER CONTO PROPRIO

In questo caso è la banca stessa a fare da acquirente o da venditore dei titoli nei quali scegliamo di investire.

La banca diventa quindi parte “attiva” nello scambio di prodotti finanziari, non svolge un ruolo di pura intermediazione.

Ad esempio possiamo comprare obbligazioni o altri titoli direttamente dalla banca, successivamente alla fase di emissione.

Anche in questa circostanza la banca è tenuta a effettuare una valutazione di appropriatezza dell’investimento che abbiamo scelto, oppure una valutazione di adeguatezza se tale attività viene svolta in regime di consulenza in materia di investimenti.

DISTRIBUZIONE E COLLOCAMENTO

La banca può promuovere determinati tipi di titoli, collocandoli direttamente presso il pubblico, quali, ad esempio, obbligazioni proprie o di terzi in fase di emissione, fondi comuni di investimento, polizze assicurative a contenuto finanziario.

Anche in questo caso la banca è tenuta a effettuare una valutazione di appropriatezza dell’investimento che abbiamo scelto, oppure una valutazione di adeguatezza dell’investimento se tale attività viene svolta in regime di consulenza in materia di investimenti.

Avvalersi di servizi di investimento significa STIPULARE UN CONTRATTO CON LA BANCA.

Tutte le clausole del contratto devono essere chiare e devono specificare le diverse informazioni (tipologia di investimento, appropriatezza, ecc…).

Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018