Il mutuo, cosa comporta e come si richiede

Il mutuo è un prestito a medio-lungo termine che, di solito, dura dai 5 ai 30 anni.

Generalmente si fa un mutuo per acquistare, costruire o ristrutturare un immobile.

In generale, la banca concede un importo che non supera l’80% del valore dell’immobile, valore stabilito in base alla perizia effettuata da un esperto.

Per ottenere un mutuo è necessario dimostrare di essere in grado di restituire nel tempo la somma dovuta.

È ragionevole che la rata non superi un terzo del reddito disponibile, altrimenti saremmo in difficoltà di fronte a spese impreviste e a possibili riduzioni di reddito (malattia, infortunio, licenziamento).

Esempio: se abbiamo un’entrata di 2100 euro, è bene che la rata mensile del mutuo non superi i 700 euro.

Prima di richiedere un mutuo:

– cerchiamo di capire quali sono le nostre necessità
– informiamoci sulle diverse offerte
– informiamoci sui costi bancari e notarili (quali ad esempio, perizia sul valore dell’immobile, spese d’istruttoria, imposte, tassi di interesse, i costi associati alla polizza assicurativa per i danni all’immobile, costi associati all’eventuale polizza assicurativa sulla vita, gli interessi di mora se si paga la rata in ritardo, i costi e le commissioni di gestione della pratica, le spese per l’invio di comunicazioni).

Per ottenere un mutuo ci può venire richiesto di aprire un nuovo conto corrente e/o stipulare specifiche polizze assicurative.

La banca che eroga il mutuo non può comunque obbligarti ad aprire un c/c né stipulare una polizza assicurativa erogata dalla stessa banca.

La sola assicurazione obbligatoria associata all’accensione di un mutuo è quella per incendio e scoppio. Se la banca condiziona l’erogazione del mutuo alla stipula di un contratto di assicurazione sulla vita, essa deve presentare al cliente almeno due preventivi di polizze assicurative erogate da due diversi gruppi assicurativi non riconducibili alle banca stessa.

Inoltre il cliente ha la possibilità di ricercare per proprio conto sul mercato una adeguata copertura assicurativa, che la banca deve accettare senza modificare le condizioni offerte.

Quando valutiamo il costo complessivo di un mutuo, non dimentichiamoci di includere anche questa tipologia di spese.

Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018