Fondo di prevenzione dell’usura e del Sovraindebitamento

In data 7 marzo 1996 è stata promulgata la legge n 108 sull’usura, un reato punito dal Codice Penale, che si configura quando i tassi d’interesse praticati su un prestito eccedono i tassi normalmente applicati. Per la Legge n.108/1996 un tasso si definisce “usuraio” se supera il cosiddetto “tasso soglia” (cfr. sito Banca d’Italia).

Per rendere operativo il contrasto ai fenomeni del sovraindebitamento e dell’usura la Legge 108/1996 ha previsto agli articoli 14 e 15 della legge 108/96 due categorie di Fondi:

Il Fondo di Prevenzione Usura, che viene utilizzato:

– per il 70% per l’erogazione di contributi a favore di appositi fondi speciali costituiti dai Confidi per garantire le banche e gli intermediari finanziari, che concedono finanziamenti alle piccole e medie imprese in difficoltà.

– per il 30% a favore delle fondazioni ed associazioni riconosciute per la prevenzione del fenomeno dell’usura iscritte in un apposito elenco tenuto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, per garantire banche ed intermediari finanziari a fronte della concessione di finanziamenti a soggetti, che pur meritevoli, incontrano difficoltà di accesso al credito.

Il Fondo di Solidarietà per le vittime dell’usura che provvede all’erogazione di mutui senza interesse di durata non superiore al quinquennio a favore di soggetti che esercitano attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o comunque economica, ovvero una libera arte o professione, i quali dichiarino di essere vittime del delitto di usura e risultino parti offese nel relativo procedimento penale.

A CHI SI RIVOLGE

Il Fondo di Prevenzione Usura, si rivolge a soggetti a rischio usura, sovraindebitati con impossibilità di accedere al credito regolare.

ORIENTAMENTO SULLE POSSIBILITÀ DI PRIMA ASSISTENZA E/O SULLA VALORIZZAZIONE DELLE PROPRIE RISORSE

Il soggetto interessato può rivolgersi alle fondazioni/associazioni per la prevenzione usura presenti su tutto il territorio nazionale.

L’Associazione Adiconsum è una delle associazioni autorizzate a gestire fondi pubblici destinati alla concessione di garanzie utili all’accensione di prestiti di consolidamento debiti intestati a soggetti sovraindebitati aventi i requisiti stabiliti dal Regolamento Attuativo MEF.

Chi vuole richiedere l’accesso al Fondo Antiusura tramite l’Adiconsum deve:

  • Compilare il modulo scaricabile dal sito internet all’indirizzo www.adiconsum.it nella sezione “STOP ALL’USURA”.
  • Allegare al modulo i documenti (in fotocopia) richiesti ed indicati alla pagina n.2 del modulo.
  • Spedire il tutto a mezzo posta raccomandata al seguente indirizzo: Adiconsum Fondo Antiusura – Largo Alessandro Vessella, 31 – 00199 Roma

INDIVIDUAZIONE DELLE SOLUZIONI

Il Regolamento attuativo è lo strumento utilizzato dalle fondazioni, dalle associazioni e dai confidi per stabilire la presenza dei requisiti minimi necessari per la concessione delle garanzie ai soggetti sovraindebitati, che hanno presentato richiesta di accesso ai Fondi Antiusura.
I requisiti previsti dal R.A. sono:

Capacità di rimborso del prestito garantito e sostenibilità del bilancio familiare (spese di sussistenza)

Debito contenuto entro o poco oltre il plafond massimo garantibile dal Fondo

Meritevolezza del soggetto

CHI PUÒ AIUTARE E CON QUALI STRUMENTI

Tutti quei soggetti sovraindebitati che vorrebbero consolidare i propri debiti attraverso un prestito personale, ma che non hanno accesso al credito a causa di segnalazioni negative presso i Sistemi d’Informazione Creditizie (S.I.C.) pur dimostrando di possedere la capacità di rimborso del prestito che vorrebbero accendere e un sovraindebitamento contenuto o non eccessivamente superiore al plafond massimo garantibile pari a € 30.000,00 (mutuo fondiario 1^ casa a parte!)

A CHI NON SI RIVOLGE IL FONDO ANTIUSURA ADICONSUM?

Imprese commerciali (artigiani, commercianti, autonomi), se i debiti da estinguere sono riferiti all’attività commerciale. In questi casi gli imprenditori possono rivolgersi al Confidi operante sul territorio attraverso i Fondi Antisura destinati dal M.E.F. alle imprese.

Soggetti che hanno dichiarato di essere o essere stati in passato vittime d’usura e che non hanno provveduto a denunciare il fatto presso le Autorità Giudiziarie Competenti.

Soggetti che non producono reddito documentabile.

Soggetti che presentano un debito complessivo di gran lunga superiore al plafond massimo garantibile dal Fondo – € 30.000,00 (con esclusione del mutuo fondiario se in regola con i pagamenti delle rate).

Link utili

www.consultantiusura.it/le-fondazioni.html
Inviare una e mail: prevenzioneusura@adiconsum.it
Avere informazioni supplementari: www.adiconsum.it

a cura di

Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018