I Documenti

Per favorire la trasparenza, la Banca d’Italia ha preparato una serie di documenti standard che le banche adottano come modello per rendere accessibili e chiare le informazioni. Taluni hanno contenuti di carattere generale mentre altri attengono alle caratteristiche dei prodotti e servizi che le banche possono offrire alla clientela.

Vediamone alcuni

GUIDE PRATICHE

Illustrano caratteristiche, funzionamento e costi di determinati prodotti nonché le modalità per l’esercizio dei diritti.

Le banche devono utilizzare i modelli ad oggi predisposti dalla Banca d’Italia relativi a: (i) i contratti di conto corrente offerti ai consumatori e i servizi più comunemente associati; (ii) il credito immobiliare ai consumatori; (iii) l’accesso ai meccanismi di soluzione stragiudiziale delle controversie previsti dal TUB (Arbitro Bancario e Finanziario o ABF); (iv) il credito ai consumatori.
Le “Guide” sono pubblicate sul sito internet della Banca d’Italia. La Guida pratica sull’ABF è stampata in conformità del modello pubblicato sul sito internet di questo Organismo.

FOGLIO INFORMATIVO

È il documento con il quale la banca rende note le caratteristiche dei prodotti e le condizioni contrattuali offerte alla generalità della clientela. Nel foglio informativo devono essere pubblicizzate tutte le informazioni che riguardano:
– la banca
– le caratteristiche e i rischi tipici dell’operazione o del servizio
– le condizioni economiche offerte, che includono, per i prodotti per cui è previsto, l’indicatore sintetico di costo o il TAEG
– le clausole contrattuali che riguardano il diritto di recesso spettante al cliente e all’intermediario, i tempi massimi per la chiusura del rapporto, i mezzi per tutelare il cliente.

Per i contratti offerti ai consumatori le condizioni relative ai servizi accessori (ad es., carte di pagamento), che non sono comprese tra le principali condizioni economiche, sono riportate in uno o più fogli informativi separati che riguardano i soli servizi accessori. In questi casi la banca mette a disposizione del cliente, oltre al foglio informativo relativo al conto corrente, un fascicolo che contiene il foglio informativo o i fogli informativi di tutti i servizi accessori offerti insieme al conto.

CONTRATTO

Prima della conclusione del contratto, possiamo richiedere una copia completa del testo contrattuale ovvero del solo documento di sintesi. La consegna della copia del contratto, che avviene entro tempi congrui, non impegna alla sua conclusione. Nel caso in cui le condizioni contrattuali indicate nella copia che ci è stata consegnata fossero poi modificate, la banca è obbligata a riferircelo prima di farcela firmare e abbiamo diritto di ricevere una copia completa del nuovo testo contrattuale ovvero una nuova copia del documento di sintesi. La consegna della copia del contratto è gratuita, fatto salvo alcuni servizi di finanziamento per cui la banca deve effettuare una preventiva istruttoria.

DOCUMENTO DI SINTESI

Al contratto è unito il “Documento di sintesi”. La funzione del documento di sintesi è rendere noto al cliente le specifiche condizioni applicate al rapporto che si accinge ad instaurare con la banca. Se nel Foglio Informativo troviamo le informazioni relative alle condizioni che la banca propone ai diversi potenziali clienti, nel documento di sintesi troviamo un’informativa personalizzata e specifica relativa alle condizioni economiche applicabili al nostro servizio o rapporto che possono essere uguali o migliorative rispetto a quelle contenute nel Foglio Informativo.

Non dobbiamo esitare a chiedere alla banca tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno.

È anche nell’interesse della banca offrirci tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno e trovare soluzioni che soddisfino le nostre necessità personali.

Prima di firmare qualsiasi contratto analizziamolo con cura.

Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018