Consumi Consapevoli

In un mondo pieno di offerte, sconti, pagamenti rateali a tasso zero, tutto ciò che il mercato propone è apparentemente molto vantaggioso. Ma esistono davvero offerte che possono andare bene per tutti?

Ecco un esempio pratico: Anna è single, mentre Giulia è sposata e ha quattro figli. Il supermercato offre cassette di insalata da 2 chili con uno sconto del 30%. Ricordiamoci, però, che l’insalata ha una data di scadenza ravvicinata.
L’offerta potrebbe essere conveniente per Giulia, ma, probabilmente, non per Anna. Infatti, ognuno ha esigenze e possibilità diverse, ed è quindi utile capire, prima di tutto, cosa è meglio per se stessi.

Se si ha la necessità di risparmiare, si possono eliminare o ridurre le spese che non si ritengono indispensabili. A volte è più facile di quel che sembra e richiede solo la modifica di alcune abitudini. Ad esempio, ci sono posti, molto vicini a casa, che si frequentano spesso (tabaccheria, bar, supermercato) e, invece che in macchina, potrebbero essere raggiunti a piedi, facendo una salutare passeggiata.

Si possono fare significativi risparmi anche con piccole attenzioni o ricordando che alcune spese non sono indispensabili. Infatti, così come non tutto è vantaggioso per chiunque, alcune spese necessarie per qualcuno potrebbero essere superflue per altri. Ad esempio, una casalinga ha bisogno della stessa auto utilizzata da un rappresentante? Una cena fra amici deve aver luogo necessariamente al ristorante?

Alcune passioni possono far bene al portafogli, soprattutto se si hanno hobby in grado di far risparmiare. Ad esempio, se ti piace cucinare puoi preparare in casa le conserve invece di comprarle al supermercato; se sai cucire bene puoi rinnovare il tuo guardaroba con abilità e fantasia.

Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018