Codice di condotta Recupero crediti

a cura di

Nel 2015 il Forum UNIREC-Consumatori – di cui oggi fanno parte Adiconsum, Adoc, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori e U.di.Con. – ha sottoscritto il “Codice di Condotta per i processi di gestione e tutela del credito”, redatto ai sensi di quanto previsto dall’art. 27 bis del Codice del Consumo e approvato all’unanimità dall’Assemblea Associativa di UNIREC. Testimonianza concreta e tangibile dell’impegno e della volontà, delle imprese da un lato e delle Associazioni dei Consumatori dall’altro, di realizzare strumenti di autoregolamentazione e compliance trasparenti ed innovativi.

Al Codice di Condotta sono ispirate le modalità organizzative e comportamentali alla cui osservanza sono impegnati tutti gli Associati ed ha come principi fondanti i requisiti di onorabilità e professionalità per l’Associato e per i propri dirigenti e collaboratori, formazione e buone prassi.

A maggio 2017 è stata presentata, in occasione dell’Annual UNIREC, la nuova versione del Codice di Condotta.

A CHI SI RIVOLGE

L’adozione del Codice di Condotta mira a promuovere il dialogo tra Professionisti, ossia le Imprese a tutela del credito, e Consumatori che non abbiano adempiuto alle proprie obbligazioni, sicché tutti gli attori coinvolti nei processi di tutela del credito possano operare sulla base di regole certe e condivise.

In particolare la presente edizione del Codice di Condotta si caratterizza per il coinvolgimento delle Committenti, titolari dei crediti. Il confronto è stato possibile attraverso l’organizzazione di una serie di incontri aventi ad oggetto la condivisione del testo.

Ai sensi di quanto previsto dall’art. 27 bis del Codice del Consumo le norme ivi contenute si pongono quale obiettivo anche la “protezione dei minori” e la “salvaguardia della dignità umana”.

ORIENTAMENTO SULLE POSSIBILITÀ DI PRIMA ASSISTENZA E/O SULLA VALORIZZAZIONE DELLE PROPRIE RISORSE

Oltre al Codice di Condotta è stato predisposto un servizio di reclami online nel caso di sua violazione e di una procedura di conciliazione paritetica nel caso di risposta insoddisfacente o omessa.

Inoltre quest’anno sono stati organizzati, nell’ambito della campagna informativa territoriale che il FORUM UNIREC-CONSUMATORI sta portando avanti con le Associazioni dei consumatori che aderiscono al progetto, workshop e convegni in materia di sovraindebitamento, gestione del credito e tutele per il consumatore, ai quali ha partecipato anche il Presidente Nazionale del Movimento Difesa del Cittadino Francesco Luongo. L’ultimo convegno, che si è svolto il 7 luglio 2017 a Caserta, ha visto, per la prima volta sul tema della gestione del credito, il confronto tra consumatori e imprese arricchito dalla presenza dell’avvocatura: un segno importante che dimostra la volontà, espressa delle tre parti, di instaurare una proficua collaborazione nell’interesse dei cittadini in difficoltà.

INDIVIDUAZIONE DELLE SOLUZIONI

Sul sito del Forum UNIREC-Consumatori è possibile accedere all’Albo Conciliatori. Una vera svolta nei rapporti tra i Consumatori e le Imprese di tutela del credito, grazie alla creazione di un modello che rispetta le normative ADR europee, recepite in Italia con il recente D.lgs.130/2015, che permette soluzioni rapide, efficaci e il raggiungimento di risultati conciliativi soddisfacenti per entrambi i lati.

L’iniziativa, che ha carattere volontario di accesso ai mezzi alternativi all’attività giudiziale, è il primo fondamentale tassello nella ristrutturazione dei rapporti fra AACC ed imprese di tutela del credito.

Sul piano operativo, i conciliatori componenti la Commissione, senza entrare nel merito della fondatezza del credito vantato, gestiranno in modo specifico delle controversie sorte tra Consumatore e Società di recupero, in caso di azioni non conformi al Codice di Condotta e alle norme vigenti.

Sempre con l’obiettivo di ricercare l’equilibrio e l’equità, sia nel giudizio che nelle soluzioni proposte.

CHI PUÒ AIUTARE E CON QUALI STRUMENTI

Il Codice di Condotta spiega in cosa consiste l’attività di gestione del credito; illustra le più corrette ed appropriate modalità di condotta delle imprese e degli operatori in ogni fase di recupero, disciplinando nel dettaglio le attività di sollecito telefonico ed epistolare, i contatti domiciliare e con i terzi; fornisce una serie di informazioni utili per tutte le parti coinvolte nel processo di gestione e tutela del credito; prevede la Conciliazione Paritetica, procedura innovativa volta a dirimere in via stragiudiziale eventuali controversie che dovessero insorgere tra le imprese a tutela del credito e il Debitore/Consumatore.

Lo scopo del Codice di Condotta è garantire che, nello svolgimento delle attività stragiudiziali di gestione del credito, venga salvaguardato l’equilibrio tra i diritti delle Parti.

Le Associazioni ed i Professionisti che sottoscrivono il Codice di Condotta si impegnano ad affidare al FORUM UNIREC-CONSUMATORI la risoluzione delle controversie che dovessero insorgere tra Professionisti e Consumatori/Debitori, a seguito di un reclamo rimasto inevaso per 30 giorni o la cui risposta sia ritenuta inadeguata dal Consumatore/Debitore. Le controversie sono affidate alle procedure di Conciliazione Paritetica del FORUM UNIREC-CONSUMATORI, secondo quanto previsto dal Regolamento di Conciliazione.

Il ricorso alle procedure di Conciliazione Paritetica è effettuato in via preventiva rispetto a qualunque altra iniziativa di natura contenziosa o giudiziaria, ivi compresi i procedimenti descritti all’art. 27 del Codice del Consumo. In ogni caso, il Consumatore/Debitore non può essere privato del diritto di adire il giudice competente qualunque sia l’esito della procedura di composizione stragiudiziale.

LINK UTILI

Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018