Carta di credito

La carta di credito, come quella di debito, consente di effettuare pagamenti e prelievi, ma gli importi che si spendono o prelevano con questa carta vengono ANTICIPATI dalla banca (cosiddetto addebito posticipato); a seconda della tipologia di carta utilizzata il titolare del conto rimborserà l’importo utilizzato di norma entro il mese successivo (carta charge) o a rate, con pagamento di interessi (carta revolving).

Principali funzioni

Acquisto di beni e servizi in Italia e all’estero in presenza o online se l’esercente è convenzionato con il circuito a valere del quale è emessa la carta
Prelievo di contanti presso gli sportelli ATM (cosiddetto servizio di “anticipo di contante”).

Limiti di utilizzo

I limiti di utilizzo vengono definiti dall’Emittente della carta e possono variare a seconda della tipologia della carta stessa

Costi

Costo annuo della carta di credito
Prelievo: generalmente è prevista una commissione.

Requisiti di sicurezza

Durante gli acquisti in presenza la sicurezza è garantita dalla combinazione tra il chip presente sulla carta e il PIN

In alcuni casi può essere chiesto di apporre la propria firma sullo scontrino; l’esercente è tenuto a confrontare la firma localizzata sul retro della carta con quella sullo scontrino.

Negli acquisti online, è bene attenersi alle regole indicate dalla banca che ha emesso la carta per scongiurare frodi e utilizzi non autorizzati delle carte di pagamento in nostro possesso.

Attenzione! Bisogna conservare il PIN sempre separatamente dalla carta, e custodirlo diligentemente al fine di non consentire a terzi un utilizzo indebito dei propri strumenti di pagamento.

CARTE DI CREDITO

CHARGE

REVOLVING

Pagamento:
di norma il mese successivo agli acquisti
IN UN’UNICA SOLUZIONE

Pagamento:
a seconda della scelta dell’utente

RATEALE

Addebito:
in un giorno stabilito del mese successivo

Addebito:
ogni mese si ha la possibilità di scegliere l’importo della rata da rimborsare. Alle somme interamente rimborsate nel mese successivo, viene applicato un tasso di interesse mensile. Questo tasso è il costo del prestito. LE CARTE REVOLVING possono essere più costose di un normale prestito

Esempio:
nel mese di febbraio utilizziamo la carta per un totale di 600 euro
Questo importo verrà addebitato sul nostro conto successivamente e in un’unica soluzione, ad esempio, il 15 di marzo.

Esempio:
nel mese di febbraio utilizziamo la carta per un totale di 600 euro.
Questo importo verrà addebitato sul nostro conto in due RATE, in base all’importo che abbiamo deciso di fissare come rata mensile, ad esempio:
– 350 euro a marzo;
– il resto ad aprile.

Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018