Bilancio Familiare

Sapere sempre quanto si spende può essere difficile, perché i soldi sembrano volare via.

Ma controllare ogni movimento di denaro è importante e un buon metodo per tenere tutto sott’occhio è la stesura di un bilancio familiare.

Come si realizza un bilancio familiare?

PASSO 1

Prendi in considerazione un periodo determinato, ad esempio un mese e conserva sempre scontrini e ricevute, che ti serviranno per controllare ogni spesa/uscita.

PASSO 2

Suddividi un foglio in due colonne: ENTRATE e USCITE. A sinistra individua le USCITE e scrivi quali sono le voci principali di questa colonna. A titolo di esempio:

USCITE

Casa

Trasporti

Salute

Tempo libero

Abbigliamento

Beauty

ecc…

PASSO 3

Per ogni voce specifica le spese sostenute e il loro importo, ad esempio:

USCITE

CASA

Alimentari

Gas

Energia Elettrica

Affitto/Mutuo

Cellulari

Internet

SALUTE

Medicinali

Visita Medico

TRASPORTI

Carburante

Meccanico

Biglietti treno/aereo/ecc.

Rata Bollo

Rata Assicurazione

TEMPO LIBERO

Ristorante/Pizzeria

Viaggi

Cinema/Teatro

EURO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricordati di segnare anche i pagamenti effettuati direttamente sul conto corrente, come rate di mutui, utenze, ed eventuali forme di investimento del tuo risparmio, soprattutto se di tipo periodico (ad esempio un PAC), ecc…

PASSO 4

Fai una lista di tutte le spese periodiche (annuali, semestrali, trimestrali, bimestrali), per esempio il bollo dell’auto, l’assicurazione, ecc…

Dividi ognuno di questi importi per il numero di mesi corrispondenti (annuali 12, semestrali 6, ecc…).

Il risultato ottenuto sarà la quota mensile di queste spese.

Esempio:
costo annuale ÷ 12 = quota mensile
Costo annuale: 1200 euro
Quota mensile: 100 euro
Aggiungi queste quote all’elenco.

PASSO 5

Segna sotto la colonna di destra del foglio tutte le ENTRATE previste per il mese preso in considerazione.

Un elenco, seppur non esaustivo, delle possibili fonti di entrata potrebbe essere il seguente:

  • le entrate derivanti da redditi (lavoro, pensione, ecc., propri e degli altri membri che contribuiscono al sostentamento del nucleo familiare);
  • le rendite immobiliari (affitti ecc.);
  • le rendite finanziarie (interessi sui titoli di stato, dividendi azionari, ecc.);
  • le entrate derivanti da altre fonti (rimborsi, donazioni, eredità, ecc.)

Le entrate che non sono fisse andrebbero considerate come valore mensile medio come si è fatto con le uscite.

ENTRATE

Stipendio

Rendite Affitti

EURO

1200

600

ESEMPIO
La Famiglia Bianchi è composta da Luca e Sara, più i loro bambini Marta e Massimo di 8 e 10 anni. Sara è infermiera, Luca rappresentante. Ecco il loro bilancio familiare.

Prova a fare questo esercizio con il bilancio della tua famiglia e verifica:

– Per quali voci del bilancio spendi di più (ne eri consapevole?)
– Se riesci a risparmiare a fine mese
– Quali voci potresti tagliare se dovessi accendere un mutuo con una rata mensile di 500 euro?

Una volta predisposto il bilancio familiare sei pronto per redigere un budget, in grado di pianificare come vuoi allocare le tue entrate mensili tra le diverse spese (uscite) che hai individuato, distinguendo tra spese necessarie (e quindi poco o per nulla incomprimibili, ad esempio la rata di un finanziamento) e spese non necessarie (il paio di scarpe in più, l’ennesima uscita al cinema). Questo con l’obiettivo di verificare che sei sulla strada giusta per raggiungere i tuoi obiettivi di vita.

Di seguito trovi un possibile template predisposto in excel:

template Bilancio Familiare

Ultimo aggiornamento: dicembre 2019